english | español

contatti

Banche e Credito al consumo: Prevenzione delle Frodi

A titolo di esempio descriviamo brevemente l’esperienza maturata presso l’ufficio controlli interni di uno dei più importanti gruppi bancari italiani. Il tema è quello delle frodi interne, quindi di quelle frodi che un dipendente mette in atto nei confronti della banca, usando i meccanismi gestionali della banca stessa e i rapporti dei clienti come “grimaldelli per accedere al bottino”.

Il punto di partenza di un progetto con queste caratteristiche (dove la numerosità dei casi di interesse non è sufficiente per sviluppare un modello previsivo classico) è tipicamente quello di intervistare gli uomini dei controlli interni in modo da focalizzare, sulla base della loro lunga esperienza e delle casistiche di frode accertate, quali siano i fenomeni, quindi i segnali da intercettare nei dati, che autorizzino il sospetto di comportamento fraudolento da parte di un dipendente.

A valle di questa fase di individuazione di una molteplicità di indicatori sensibili si pone il problema di dare una visione generale a livello di unità di riferimento per l’analisi. Mediante tecniche statistiche di sintesi, impostando livelli di cut-off opportuni, si deriva una segnalazione di probabile frode su ciascun dipendente, permettendo così un controllo puntuale su un insieme limitato e particolarmente sospetto di casi. Così facendo, come è facile intuire, è possibile sia aumentare in maniera significativa l’efficacia dell’azione sia limitare sensibilmente i costi operativi.

i nostri servizi sulla tematica Prevenzione delle frodi